Skip to main content
Plasmare il futuro digitale dell'Europa

Banda larga in Lussemburgo

Lo sviluppo di un'infrastruttura di comunicazione con un obiettivo di accesso a banda larga gigabit in tutto il paese è una delle priorità del programma governativo del Lussemburgo.

Sintesi dello sviluppo della banda larga in Lussemburgo

La copertura della banda larga raggiunge già quasi il 100% e il Lussemburgo è tra i leader europei in termini di copertura e penetrazione della banda larga. La strategia del Lussemburgo per la banda larga ad altissima velocità 2021-2025 mira a una connettività ad alte prestazioni per tutti. È stata istituita una task force e una strategia 5G per mantenere il Lussemburgo in prima linea nella connettività 5G.

Strategia e politica nazionali in materia di banda larga

Autorità responsabili

Principali obiettivi per lo sviluppo della banda larga

La strategia lussemburghese per la banda larga ad altissima velocità 2021-2025 mira a conseguire una connettività ad alte prestazioni per tutti. L'obiettivo 3 della strategia è accelerare la realizzazione di infrastrutture adeguate alle esigenze future, nel rispetto della neutralità tecnologica, per soddisfare le esigenze attuali e future di tutte le famiglie, indipendentemente dalla loro ubicazione geografica. Infine, la migrazione di tutte le famiglie verso tecnologie scalabili e adeguate alle esigenze future ottimizzerà l'efficienza energetica delle reti scollegando progressivamente la vecchia rete fissa.

Per evitare il divario digitale, la strategia sottolinea l'importanza di una connessione Internet di base ad alta velocità a prezzi accessibili per tutti, definita come una connessione Internet da scaricare a 100 Mbps e un servizio di caricamento a 20 Mbps. Al fine di fornire questo servizio alle famiglie più svantaggiate, saranno valutate e attuate misure mirate.

L'ambizione della strategia è garantire che ogni unità abitativa abbia accesso ad almeno una rete VHCN (Very High Capacity Network), definita come 1 Gbps di download e 200 Mbps di upload in una rete fissa. La strategia dà la priorità alle famiglie in aree remote che non sono collegate da una rete VHCN. Collegare case rurali remote è costoso e il sostegno pubblico può essere preso in considerazione per i casi in cui gli operatori privati non hanno intenzione di espandere le reti.

È stata istituita una task force 5G per mantenere il Lussemburgo in prima linea nella connettività. Il 5G è stato lanciato da Post Luxembourg, Orange e Proximus nel 2020. Il Lussemburgo ha elaborato una strategia per il 5G.

Principali misure per lo sviluppo della banda larga

  • Il piano per la ripresa e la resilienza (PRR) del Lussemburgo non prevede investimenti nella connettività, in quanto l'obiettivo strategico è garantire che gli investimenti privati siano sufficienti per conseguire gli obiettivi per il 2025.
  • Lo strumento Checkmynet.lu misura le prestazioni e la qualità dei servizi di accesso a Internet per gli utenti finali ed è gratuito. Se un consumatore ritiene che la larghezza di banda misurata sia inferiore a quella contrattata, può contattare il proprio fornitore; se non ricevono una risposta o la risposta è insoddisfacente, il consumatore può utilizzare gratuitamente il servizio di mediazione dell'ILR.
  • Mappatura della banda larga: il governo ha sviluppato uno strumento di mappatura dei servizi a banda larga che mostra il livello di copertura della banda larga per ciascun comune del Lussemburgo. La mappa si basa sui dati degli operatori di rete fissa (Docsis, VDSL e Fibre).
  • Un altro strumento importante sviluppato dal governo è il registro nazionale dei lavori stradali. Il registro contiene tutte le domande di autorizzazione stradale presentate dalle imprese. Contiene inoltre informazioni sulle opere infrastrutturali pubbliche previste dai comuni e dagli amministratori pubblici in materia di telecomunicazioni, gas, elettricità e reti idriche, ecc.
  • Altre misure:
    • introduzione dell'obbligo di fornire infrastrutture di accoglienza per la fibra ottica (i comuni sono stati invitati a rendere obbligatorie le infrastrutture di accoglienza),
    • introduzione dell'obbligo di fornire un cablaggio interno pronto per la banda larga ad alta velocità nelle nuove abitazioni (un cablaggio interno adeguato è obbligatorio per tutti gli edifici di nuova costruzione e per gli edifici plurifamiliari già esistenti in caso di importanti lavori di ristrutturazione, per i quali le domande di autorizzazione edilizia sono state presentate dopo il 31 dicembre 2016);
    • Accesso di operatori alternativi alla rete dell'operatore storico.

Dati sullo sviluppo e le tecnologie della banda larga in Lussemburgo

Per gli ultimi dati sulla copertura della banda larga, gli abbonamenti e le penetrazioni, la copertura delle diverse tecnologie a banda larga e i costi, consultare le relazioni del quadro di valutazione e le relazioni per paese dell'indice di digitalizzazione dell'economia e della società (DESI).

Assegnazione dello spettro per la banda larga senza fili

Per informazioni dettagliate sulle assegnazioni armonizzate dello spettro, consultare l'Osservatorio europeo del 5G.

Pubblicazioni e documenti stampa nazionali e dell'UE

Informazioni di contatto

BCO Luxembourg (Ufficio nazionale di competenza per la banda larga): Ministero di Stato, Dipartimento dei media, della connettività e della politica digitale

Indirizzo: 5, Rue Plaetis, L-2338, Lussemburgo
Contatto via e-mail
Telefono: +352 247 86717
Sito web

Ministero dell'Economia (Ministère de l'Économie)

Indirizzo: 19-21, boulevard Royal, L-2449 Lussemburgo
Contatto via e-mail
Telefono: +352 2478 4137
Sito web

Istituto lussemburghese di regolamentazione (Institut Luxembourgeois de Régulation)

Indirizzo: 17, rue du Fossé, L-1536 Lussemburgo
Contatto via e-mail
Telefono: +352 28228 228
Sito web

Ultime notizie

Settimana europea delle regioni: Colmare il divario digitale sostenendo le infrastrutture digitali per regioni intelligenti e sostenibili

Sul tema della "crescita intelligente e sostenibile per le regioni", il seminario affronta la questione critica del divario digitale, esaminandone le ripercussioni sulla coesione sociale e sulla crescita complessiva nell'Unione europea.

REPORT / STUDY |
Digital Decade 2024: Broadband Coverage in Europe 2023

The Broadband Coverage in Europe study is designed to monitor the progress of EU Member States towards the gigabit coverage and 5G coverage targets as set out in the Digital Decade Policy programme.

Contenuti correlati

Quadro generale

Banda larga nei paesi dell'UE

Trova le informazioni attuali sullo sviluppo della banda larga in ciascun paese, nonché le strategie e le politiche nazionali per lo sviluppo della banda larga.

Vedere anche

Banda larga in Svezia

Il piano nazionale svedese per la banda larga, adottato nel 2016, ha la visione di una Svezia interamente connessa e ha obiettivi sia per la copertura mobile che per le connessioni a banda larga ad alta velocità per le famiglie e le imprese.

Banda larga in Spagna

La connettività digitale e l'introduzione del 5G sono tra le dieci priorità strategiche dell'agenda digitale 2025 della Spagna.

Banda larga in Slovenia

La Slovenia opta per la neutralità tecnologica e le dinamiche di mercato nello sviluppo delle reti a banda larga, in particolare la concorrenza basata sulle infrastrutture e sui servizi.

Banda larga in Slovacchia

La Slovacchia ha fissato l'obiettivo a lungo termine di fornire a tutte le famiglie l'accesso a Internet ultraveloce entro il 2030.

Banda larga in Romania

La Romania si concentra sulla creazione di una rete nazionale a banda larga quale passo verso il conseguimento degli obiettivi dell'UE in materia di connettività.

Banda larga in Portogallo

L'agenda Portogallo digitale e la strategia nazionale per la connettività nelle reti di comunicazione elettronica ad altissima capacità per il periodo 2023-2030 definiscono lo sviluppo di un'infrastruttura digitale in Portogallo.

Banda larga in Polonia

Il piano nazionale per la banda larga 2025 della Polonia è in linea con gli obiettivi della società dei Gigabit dell'UE.

Banda larga nei Paesi Bassi

Tutte le famiglie nei Paesi Bassi dovrebbero avere la possibilità di accedere a reti a banda larga di almeno 100 Mbps e la stragrande maggioranza dovrebbe approfittare di 1 Gbps entro il 2023.

Banda larga a Malta

La politica maltese in materia di banda larga è neutra dal punto di vista tecnologico e favorisce un contesto di mercato competitivo.

Banda larga in Lituania

La Lituania mira a fornire 100 Mbps entro il 2027 alle zone rurali e a sostenere gli obiettivi della società dei Gigabit per il 2025.

Banda larga in Lettonia

La Lettonia sostiene gli obiettivi della società dei Gigabit e punta a 100 Mbps, aggiornabili a gigabit, per le aree urbane e rurali, nonché alla copertura 5G per tutte le grandi aree urbane.

Banda larga in Italia

La strategia italiana per la banda ultralarga verso la società dei Gigabit mira a fornire connettività gigabit a tutti entro il 2026.

Banda larga in Irlanda

Il piano nazionale per la banda larga per l'Irlanda prevede che entro il 2026 tutti i locali in Irlanda avranno accesso alla banda larga ad alta velocità.

Banda larga in Ungheria

La strategia nazionale di digitalizzazione dell'Ungheria 2021-2030 mira a raggiungere l'obiettivo del 95 % delle famiglie coperte da reti gigabit entro il 2030.

Banda larga in Grecia

Il piano nazionale per la banda larga 2021-2027 promuove l'uso di reti fisse ad altissima capacità e 5G. La Bibbia greca sulla trasformazione digitale 2020-2025 evidenzia la connettività come uno dei cinque assi strategici e riconosce gli obiettivi della Gigabit Society 2025.

Banda larga in Germania

L'accordo di coalizione del 2021, la strategia digitale e la strategia Gigabit 2022 del governo federale tedesco danno priorità alla fornitura a livello nazionale di reti FTTH e 5G.

Banda larga in Francia

Il programma nazionale per la banda larga France Très Haut Débit fissa un obiettivo di accesso rapido alla banda larga per tutte le famiglie entro il 2022 e alla fibra per tutti entro il 2025.

Banda larga in Finlandia

Le autorità finlandesi sono favorevoli alla realizzazione di una rete in fibra ottica basata sulla concorrenza, assistita da fondi pubblici per le zone scarsamente servite e da consulenze per i comuni locali sulle modalità di diffusione delle reti a banda larga.

Banda larga in Estonia

L'Estonia ha stabilito una copertura a banda larga di base in tutto il paese. L'agenda digitale estone fissa obiettivi ambiziosi per il 2030.

Banda larga in Danimarca

Una serie di iniziative politiche volte alla copertura della banda larga fissa e mobile a livello nazionale sostengono gli obiettivi danesi in materia di banda larga. Il governo lavora per rendere la Danimarca un leader digitale creando una base per le imprese danesi per...

Banda larga nella Repubblica Ceca

Il piano nazionale per lo sviluppo di reti ad altissima capacità, approvato nel marzo 2021, definisce l'approccio strategico della Repubblica ceca alla costruzione di reti ad altissima capacità.

Banda larga a Cipro

Il piano per la banda larga di Cipro fissa obiettivi strategici per il periodo 2021-2025 e comprende interventi legislativi e normativi nonché un sostegno pratico allo sviluppo delle infrastrutture a banda larga.

Banda larga in Croazia

Il piano nazionale croato per lo sviluppo della banda larga 2021-2027 risponde agli obiettivi della società dei Gigabit europea per il 2025 e in parte agli obiettivi digitali per il 2030.

Banda larga in Bulgaria

Il piano nazionale per le infrastrutture a banda larga per l'accesso di nuova generazione "Bulgaria connessa" e la politica in materia di comunicazioni elettroniche sono stati aggiornati e adottati nell'agosto 2020.

Banda larga in Belgio

La strategia belga per la banda larga è integrata in una più ampia strategia politica Digital Belgium. L'obiettivo del piano nazionale per la banda larga fissa e mobile è quello di eliminare le restanti aree bianche in cui i servizi ad alta velocità non sono disponibili...

Banda larga in Austria

La strategia austriaca per la banda larga si concentra sulla fornitura a livello nazionale di connessioni Gigabit (fisse e mobili) entro il 2030.