Skip to main content
Plasmare il futuro digitale dell'Europa

Sostenere l'Ucraina attraverso il digitale

Questo dipartimento della Commissione sta lavorando per sostenere i settori digitale e culturale in Ucraina, aiutare gli ucraini a rimanere connessi e contrastare la disinformazione.

La Direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie della Commissione europea (DG CNECT) sostiene l'Ucraina e gli ucraini attraverso una serie di azioni. L'obiettivo principale del nostro lavoro è quello di ristabilire le infrastrutture di connettività e garantire che le aziende possano continuare a operare. Ciò sostiene il più ampio lavoro della Commissione europea nell'affrontare l'aggressione militare della Russia.  

Rimanere connessi

È essenziale che i rifugiati in fuga dall'Ucraina abbiano accesso a connettività a prezzi accessibili per rimanere in contatto con familiari e amici e scoprire le ultime informazioni. La Commissione europea e il Parlamento europeo hanno contribuito a coordinare le misure per garantire questo obiettivo con gli operatori di telecomunicazioni dell'UE e dell'Ucraina. Hanno rilasciato una dichiarazione che delinea gli sforzi coordinati per garantire e stabilizzare il roaming gratuito o a prezzi accessibili e le chiamate internazionali tra l'UE e l'Ucraina. Sebbene l'accordo iniziale sia durato solo tre mesi, la Commissione ha invitato gli operatori di telecomunicazioni nell'UE e in Ucraina a prorogare il loro accordo.

La Commissione ha inoltre autorizzato l' autorità nazionale di regolamentazione dell'Ucraina a partecipare all'Organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche (BEREC). L'obiettivo del BEREC è garantire l'applicazione coerente delle leggi sulle comunicazioni elettroniche in Europa, in particolare attraverso pareri e orientamenti.

Supporto digitale

La Commissione europea ha firmato un accordo per associare l'Ucraina al programma Europa digitale nel settembre 2022. Le imprese, le organizzazioni e le pubbliche amministrazioni ucraine potranno beneficiare del finanziamento e del sostegno del programma in settori quali il supercalcolo, l'intelligenza artificiale e le competenze digitali. Saranno inoltre in grado di partecipare ai Digital Innovation Hubs, sportelli unici che aiutano le aziende a rispondere dinamicamente alle sfide digitali e a diventare più competitive.

La Commissione europea e la presidenza francese del Consiglio dell'Unione europea hanno organizzato un evento sul sostegno continuo al settore digitale dell'Ucraina in occasione dell'Assemblea digitale del 2022, tenutasi il 21-22 giugno.

L'evento Tech4UA ha visto il lancio di un hub tecnologico digitale per le donazioni di attrezzature all'Ucraina. Con sede in Slovacchia, l'hub ridurrà la burocrazia alla frontiera per le aziende che donano attrezzature. I partecipanti hanno inoltre convenuto di offrire un coordinamento a livello dell'UE per il sostegno tecnico.

La Commissione ha inoltre lanciato l' EUTech4Ukraine Futurium Community in occasione dell'Assemblea digitale. Questa comunità mira a riunire le parti interessate, incoraggiare le discussioni e condividere informazioni sulle nuove misure a sostegno dei rifugiati ucraini, delle aziende e del governo nel settore digitale. 

Sostenere la cultura e l'apprendimento

Il Centro europeo di competenza per il patrimonio culturale (4CH) ha collaborato con i partner per creare l'iniziativa Supporting Ukraine Monuments. Questa iniziativa aiuta a digitalizzare e preservare il patrimonio culturale ucraino per le generazioni future.

Organizzata dal professor Franco Niccolucci, direttore di VAST-LAB, l'iniziativa Save Ukraine Monuments è sostenuta dalla Commissione europea, dall'ambasciata ucraina in Italia, dal Ministero della Ricerca italiano e da molti ministri ucraini.

Levebee, un'app sviluppata con l'aiuto di un progetto finanziato dall'UE, è ora disponibile in ucraino. Questo sosterrà l'apprendimento remoto per i bambini sfollati dalla guerra. Il suo contenuto include matematica e lingue.

Scopri di più sulle azioni a sostegno della cultura

Affrontare la disinformazione

La disinformazione è un contenuto falso o fuorviante che si diffonde con l'intenzione di ingannare o garantire un guadagno economico o politico e che può causare danni pubblici. 

La Commissione europea ha lavorato da tempo per contrastare la disinformazione, in particolare con i firmatari del codice di condotta sulla disinformazione. I firmatari sono fortemente coinvolti nell' adozione di misure urgenti per limitare la disinformazione relativa alla guerra in Ucraina.

Inoltre, la Commissione ha introdotto misure per sospendere le attività di radiodiffusione di Russia Today, Sputnik, Rossiya RTR/RTR Planeta, Rossiya 24/Russia 24 e TV Centre International nell'UE o dirette verso l'UE. Questi sbocchi statali a favore del Cremlino sono essenziali e strumentali per sostenere l'aggressione della Russia contro l'Ucraina e diffondere la disinformazione.

 

Ultime notizie

EVENT REPORT |
EUTech4Ukraine: telecommunications actions to support Ukrainian refugees

On 8 November, the European Broadband Competence Offices (BCO) Network hosted an interactive online event for telecommunications and mobile network operators to discuss how to meet the pressing telecommunications needs of approximately 7.4 million Ukrainian refugees in the EU, as well as of those on the ground in Ukraine.

EVENTO |
Sensibilizzazione e resilienza in materia di cibersicurezza: l'esperienza dell'Ucraina

La consapevolezza in materia di cibersicurezza è una componente indispensabile per migliorare la nostra cibersicurezza. Per illustrare questa parte critica con un esempio reale, Oleksandr Potii, vicecapo del servizio statale speciale per la comunicazione e la protezione dell'informazione dell'Ucraina (SSSCIP), insieme ai rappresentanti dell'UE, fornirà la prospettiva sul campo della necessità cruciale di sensibilizzazione e resilienza informatica.

Contenuti correlati

Quadro generale

Relazioni internazionali

L'Unione europea collabora con paesi di tutto il mondo e con organizzazioni internazionali per garantire che la tecnologia contribuisca a migliorare la vita in ogni luogo.

Vedere anche

Politica estera

Poiché sempre più paesi sono ispirati al modello digitale europeo, le imprese europee hanno maggiori opportunità di fare impresa, creando più posti di lavoro per i cittadini.