Skip to main content
Plasmare il futuro digitale dell'Europa

Programma di monitoraggio della disinformazione COVID-19

I firmatari del codice di condotta sulla disinformazione stanno attuando un programma di monitoraggio della disinformazione COVID-19 per tenere le persone informate sul virus e sui vaccini.

    Rappresentazione visiva che scopre la disinformazione

© iStock by Getty Images 1130750484 VectorMine

Il programma di monitoraggio e rendicontazione della COVID-19 di cui alla comunicazione congiunta "Confrontare la disinformazione COVID-19 — Ottenere i fatti giusti" è una misura di trasparenza volta a garantire la responsabilità nei confronti del pubblico degli sforzi compiuti dalle piattaforme e dalle associazioni industriali pertinenti per limitare la disinformazione online relativa alla COVID-19.

Le piattaforme coinvolte, firmatarie del codice di condotta sulla disinformazione, riferiscono regolarmente su:

  • azioni volte ad aumentare la visibilità di fonti autorevoli quali l'OMS e le organizzazioni sanitarie nazionali;
  • strumenti per facilitare l'accesso a informazioni affidabili di interesse pubblico;
  • contenuti demoliti e rimossi contenenti informazioni false e/o fuorvianti che possono causare danni fisici o compromettere le politiche in materia di sanità pubblica;
  • pubblicità vietata che sfrutta la crisi;
  • sforzi per fornire informazioni accurate sui vaccini.

In particolare, alle piattaforme è stato chiesto di fornire informazioni relative ai seguenti settori:

  • iniziative volte a promuovere contenuti autorevoli a livello dell'UE e degli Stati membri;
  • iniziative e strumenti per migliorare la consapevolezza degli utenti;
  • informazioni sul comportamento manipolativo sui loro servizi;
  • dati sui flussi pubblicitari legati alla disinformazione COVID-19 sui loro servizi e sui siti web di terzi.

Sebbene le piattaforme abbiano rilevato un elevato numero di contenuti, tra cui informazioni false relative alla COVID-19, esse non hanno rilevato operazioni di disinformazione coordinate con particolare attenzione alla COVID-19 nei loro servizi.

Leggi le relazioni mensili

Ultime notizie

COMUNICATO STAMPA |
Le piattaforme online hanno prestato particolare attenzione alle elezioni nel terzo gruppo di relazioni nell'ambito del codice di buone pratiche sulla disinformazione

Oggi, i firmatari del Codice di buone pratiche sulla disinformazione, tra cui le principali piattaforme online come Google, Meta, Microsoft e TikTok, hanno pubblicato la terza serie di relazioni che descrivono in dettaglio le azioni che stanno intraprendendo per combattere la diffusione della disinformazione online, con particolare attenzione alle prossime elezioni europee di giugno.

Contenuti correlati

Quadro generale

Lotta alla disinformazione online

La Commissione sta affrontando la diffusione della disinformazione e della disinformazione online per garantire la protezione dei valori e dei sistemi democratici europei.

Vedere anche

Codice di buone pratiche sulla disinformazione 2022

Le principali piattaforme online, le piattaforme emergenti e specializzate, gli operatori del settore pubblicitario, i verificatori di fatti, le organizzazioni della ricerca e della società civile hanno elaborato un codice di buone pratiche rafforzato sulla disinformazione...