Skip to main content
Plasmare il futuro digitale dell'Europa

Processo del portafoglio di strumenti per l'identità digitale dell'UE

Gli esperti degli Stati membri stanno collaborando per istituire il pacchetto di strumenti dell'UE per l'identità digitale che garantirà ulteriormente la vostra identità digitale e stabilirà la fiducia nelle transazioni online.

@gettyimages

Il 3 giugno 2021 la Commissione ha adottato una raccomandazionein cui invita gli Stati membri ad adoperarsi per lo sviluppo di un pacchetto di strumenti comprendente un quadro tecnico di architettura e di riferimento (ARF), una serie di norme e specifiche tecniche comuni e una serie di orientamenti e migliori pratiche comuni.

La raccomandazione specifica che tali risultati serviranno da base per l'attuazione delregolamento quadro sull'identità digitaleuropean, una volta adottato, senza che il processo di elaborazione del pacchetto di strumenti interferisca o pregiudichi il processo legislativo.

Il pacchetto di strumenti integrerà la proposta legislativa su un' identità digitale affidabile e sicuraed è un primo passo fondamentale che consentirà la creazione di un solido quadro per l'identificazione e l'autenticazione digitali basato su norme comuni in tutta l'UE.

L'obiettivo è garantire un elevato livello di fiducia nelle transazioni digitali in Europa. Gli Stati membri continueranno a collaborare strettamente con la Commissione per aggiornare continuamente il pacchetto di strumenti.

Lo schema dell'architettura europea dell'identità digitale e del quadro di riferimento

Il 22 febbraio 2022 il gruppo di esperti eIDAS ha adottato una bozza di un quadro di architettura e di riferimento per un futuro portafoglio di identità digitale dell'UE (EUDI) e ha deciso di pubblicarlo per il feedback delle parti interessate. Il documento illustra la comprensione, da parte del gruppo di esperti eIDAS, del concetto di portafoglio di identità digitale dell'UE in quel momento, tra cui:

  • gli obiettivi del portafoglio di identità digitale dell'UE;
  • i ruoli degli attori dell'ecosistema;
  • i requisiti funzionali e non funzionali per il portafoglio;
  • potenziali blocchi di costruzione.

Pacchetto di strumenti dell'UE

La prima versione di un pacchetto di strumenti comune dell'UE per l'attuazione del portafoglio di identità digitale dell'UE è stata pubblicata dalla Commissione il 10 febbraio 2023.

Questo documento, ancora una volta sviluppato dagli Stati membri in stretta collaborazione con la Commissione, può fungere da spina dorsale tecnica di tutti i futuri portafogli di identità digitale dell'UE, garantendone la sicurezza, l'interoperabilità e la facilità d'uso.

Gli Stati membri, in collaborazione con la Commissione, mirano a raggiungere un accordo sul pacchetto di strumenti completo necessario per attuare il quadro europeo dell'identità digitale entro settembre 2023.

Portafoglio di identità digitale dell'UE

Il portafogliodi identità digitale dell'UE fornirà ai cittadini e alle imprese europei un modo sicuro e conveniente per condividere i dati di identità necessari per accedere ai servizi digitali, come il check-in in aeroporto, il noleggio di un'auto, l'apertura di un conto bancario o l'accesso ai loro conti su grandi piattaforme online.

Con un clic di un pulsante sul loro telefono, saranno in grado di condividere in modo sicuro le informazioni memorizzate in versioni digitali della loro patente di guida, credenziali professionali o educative e prescrizioni mediche.

Né lo schema né i requisiti e le specifiche di cui alla prima versione del pacchetto di strumenti sono vincolanti fino all'adozione della proposta legislativa sul portafoglio dell'UE sull'identità digitale da parte dei colegislatori. Solo il regolamento quadro europeo sull'identità digitale adottato, infine, e gli atti di esecuzione e delegati adottati nell'ambito di tale base giuridica saranno obbligatori.

Il prototipo pilota del portafoglio di identità digitale dell'UE

Il pacchetto di strumenti è anche la base per progettare un prototipo di portafoglio di identità digitale dell'UE che può essere testato in una serie di progetti pilota su larga scala, nell'ambito del programma digitale, peraffrontare casi d'uso ad alta priorità per il portafoglio, tra cui la licenza di guida mobile, la sanità elettronica, i pagamenti e le qualifiche di istruzione/professionale.

Ultime notizie

ARTICOLO |
Partenariato digitale Canada — Unione europea

Il partenariato digitale UE-Canada riflette una visione condivisa per un'economia e una società digitali positive e antropocentriche in un contesto di accelerazione della trasformazione digitale e dell'incertezza geopolitica.

ARTICOLO |
Ha la vostra opinione sul sistema di certificazione della cibersicurezza basato su criteri comuni europei (EUCC)

La certificazione aiuta i clienti a prendere decisioni informate in merito ai loro acquisti. Nel settore della cibersicurezza, la certificazione aiuta a scoprire ed eliminare i rischi inutili dei prodotti, dei processi e dei servizi TIC. Tutti i portatori di interessi interessati alla certificazione della cibersicurezza dell'UE sono ora invitati a esprimere il loro punto di vista.

Contenuti correlati

Quadro generale

Identificazione elettronica

L'identificazione elettronica (eID) è uno degli strumenti per garantire un accesso sicuro ai servizi online e per effettuare transazioni elettroniche in modo più sicuro.

Vedere anche