Skip to main content
Plasmare il futuro digitale dell'Europa

Calcolo ad alte prestazioni

Il calcolo ad alte prestazioni si riferisce a sistemi di calcolo con potenza computazionale estremamente elevata che sono in grado di risolvere problemi estremamente complessi ed esigenti.

Commissione europea - Progetto Exscalate4Cov: supercalcolo per identificare nuove terapie per la COVID-19
fix-empty

Nel decennio digitale, il calcolo ad alte prestazioni (HPC) è al centro di importanti progressi e innovazione e di una risorsa strategica per il futuro dell'Europa.

Nel mondo di oggi, sempre più dati vengono generati costantemente, da 79 zettabyte a livello globale nel 2021 a un previsto 181 zettabyte nel 2025 (1 zettabyte è pari a 1 trilione di gigabyte). Di conseguenza, la natura dell'informatica sta cambiando, con un numero crescente di applicazioni critiche ad alta intensità di dati.

L'HPC è fondamentale per elaborare e analizzare questo crescente volume di dati e per sfruttarli al meglio a beneficio di cittadini, imprese, ricercatori e pubbliche amministrazioni.

L'HPC può essere utilizzato in un gran numero di aree di applicazione: dal monitoraggio e mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici alla produzione di veicoli più sicuri e più ecologici, all'aumento della sicurezza informatica e all'avanzamento delle frontiere della conoscenza in quasi tutti i settori scientifici.

Sta anche iniziando a svolgere un ruolo chiave in medicina: L'HPC può essere utilizzato nella progettazione di farmaci, dal test delle molecole candidate al riposizionamento dei farmaci esistenti per nuove malattie. E, può aiutarci a capire le origini e l'evoluzione di epidemie e malattie. I supercomputer sono attivamente coinvolti nella ricerca di trattamenti per la COVID-19.

Inoltre, HPC ha dimostrato di essere di grande importanza nello sviluppo di nuove applicazioni e prodotti. Ha un impatto diretto sulla catena di approvvigionamento digitale, come la progettazione di nuovi materiali, automobili e velivoli, la bioingegneria e la produzione.

Oggi, i supercomputer di livello mondiale sono in grado di eseguire più di 10,1 miliardi di operazioni al secondo (prestazioni in scala). Alcuni sistemi top-of-the-range superano il 10¹ — almeno cento milioni di miliardi, operazioni al secondo (prestazioni pre-esascala). La prossima generazione (exascale) effettuerà più di un miliardo di miliardi di operazioni al secondo, un livello di potenza di calcolo paragonabile all'aggregazione delle capacità di calcolo dei telefoni cellulari dell'intera popolazione dell'UE. Il primo supercomputer a esascala d'Europa, JUPITER, dovrebbe essere operativo nel 2023.

Nell'ambito del decennio digitale, l'HPC è fondamentale per la prosperità futura, la trasformazione digitale e la resilienza dell'Europa. Con 7 miliardi di EUR di finanziamenti provenienti da Orizzonte Europa, dal programma Europa digitale e dal meccanismo per collegare l'Europa, la Commissione rafforzerà gli investimenti nel supercalcolo.

Mira a sviluppare capacità di supercalcolo e di elaborazione dei dati acquistando supercomputer exascale di livello mondiale, strutture post-exascale e sostenendo un'ambiziosa agenda di ricerca e innovazione HPC.

Ultime notizie

COMUNICATO STAMPA |
Inaugurazione di un nuovo supercomputer europeo di livello mondiale in Spagna

Oggi MareNostrum 5, l'ultimo supercomputer europeo di prim'ordine è stato inaugurato a Barcellona, in Spagna. Attualmente classificato come uno dei 10 supercomputer più potenti al mondo, è ospitato presso il centro di supercalcolo di Barcellona e sarà accessibile a un'ampia gamma di utilizzatori europei del settore scientifico e industriale a partire dal marzo 2024.

Contenuti correlati

Quadro generale

Calcolo avanzato

Gli investimenti dell'UE nel calcolo ad alte prestazioni e nelle relative tecnologie consentiranno all'Europa di assumere un ruolo guida nel supercalcolo durante il decennio digitale.

Per ulteriori approfondimenti

Vedere anche

Destinazione Terra

Destination Earth (DestinE), un'iniziativa faro della Commissione europea per un futuro sostenibile

Elettronica

Micro e nanoelettronica ci portano al mondo in miniatura, dove le grandi cose sono facilitate dai componenti e dai sistemi elettronici più piccoli e intelligenti.

Fotoricettore

Siamo sull'orlo di una nuova era della fotonica e la Commissione europea sta lavorando per garantire ai cittadini e alle imprese di godere appieno dei vantaggi di questa tecnologia.

Quantistica

Per sbloccare il potere trasformativo dei quanti, l'UE deve sviluppare un ecosistema quantistico europeo a pieno titolo che si basi sulla sua tradizione di eccellenza nella ricerca quantistica.

Contenuti correlati