Skip to main content
Plasmare il futuro digitale dell'Europa

Il decennio digitale dell'Europa

L'UE perseguirà una visione sostenibile e incentrata sull'uomo per la società digitale durante tutto il decennio digitale al fine di responsabilizzare i cittadini e le imprese.

Unione europea 2021
fix-empty

La società digitale e le tecnologie digitali portano con sé nuovi modi per imparare, intrattenere, lavorare, esplorare e soddisfare le ambizioni. Apportano inoltre nuove libertà e diritti e danno ai cittadini dell'UE l'opportunità di andare oltre le comunità fisiche, i luoghi geografici e le posizioni sociali. 

Tuttavia, ci sono ancora molte sfide associate alla trasformazione digitale che devono essere affrontate durante il decennio digitale. L'UE deve aumentare la propria autonomia strategica nel settore tecnologico e sviluppare nuove norme e tecnologie per proteggere i cittadini dai prodotti contraffatti, dai furti informatici e dalla disinformazione. Soprattutto, l'UE deve affrontare il divario digitale.

piramide che mostra il collegamento delle politiche e delle iniziative del decennio digitale

La bussola digitale

Il programma di politica del decennio digitale si basa sulla bussola digitale. Definisce le ambizioni digitali per il prossimo decennio sotto forma di obiettivi chiari e concreti. La bussola digitale utilizza i 4 punti della bussola per identificare gli obiettivi principali:

  1. una popolazione digitale qualificata e professionisti digitali altamente qualificati;
  2. infrastrutture digitali sicure e sostenibili;
  3. trasformazione digitale delle imprese;
  4. digitalizzazione dei servizi pubblici.

Obiettivi: 20 milioni di specialisti TIC impiegati, 80 % adulti con competenze digitali di base, connettività Gigabit per tutti, 5G ovunque, doppia quota UE nella produzione globale di semiconduttori, 10 000 nodi edge neutri dal punto di vista climatico, primo computer con accelerazione quantistica, 75 % delle aziende che utilizzano AI/cloud/big data, crescita scaleup e finanziamenti per l'innovazione, oltre il 90 % delle PMI con un livello di intensità digitale di base, servizi pubblici chiave online al 100 %, disponibilità al 100 % di cartelle cliniche online, 80 % cittadini che utilizzano l'eID

I settori chiave per garantire che questi obiettivi siano raggiunti includono il cloud computing, l'intelligenza artificiale, le identità digitali, i dati e la connettività.

La bussola digitale può anche sostenere l'UE nel raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo, aiutando l'Europa a raggiungere il suo obiettivo di ridurre le emissioni di gas a effetto serra di almeno il 55 % entro il 2030.

Leggi il comunicato stampa sulla comunicazione.

Programma politico: un percorso verso il decennio digitale  

Il programma politico: un percorso verso il decennio digitale istituisce un meccanismo di monitoraggio e cooperazione per conseguire gli obiettivi e gli obiettivi comuni per la trasformazione digitale dell'Europa stabiliti nella bussola digitale per il 2030.

La Commissione e gli Stati membri lavoreranno insieme per sviluppare traiettorie a livello dell'UE per monitorare i progressi per ciascun obiettivo. A loro volta, gli Stati membri propongono tabelle di marcia strategiche nazionali che delineano le loro traiettorie e azioni nazionali per conseguire gli obiettivi e i traguardi, comprese le misure regolamentari e gli investimenti previsti.

Per monitorare e valutare i progressi compiuti fino al 2030, la Commissione svilupperà traiettorie a livello dell'UE per ciascun obiettivo insieme agli Stati membri. Monitorare i progressi compiuti sulla base dell'indice dell'economia e della società digitale (DESI) valutare i progressi compiuti e formulare raccomandazioni agli Stati membri nella relazione sullo stato dell'impegno della risposta decennale digitale nel dialogo cooperativo per individuare le deviazioni dalle traiettorie previste Aggiungere le tabelle di marcia strategiche degli Stati membri per adeguare le azioni pianificate a livello nazionale

In vista dell'elaborazione della proposta di programma politico: un percorso verso il decennio digitale, la Commissione ha condotto una consultazione mirata. La relazione di sintesi fa il punto sui contributi e presenta le tendenze preliminari.

Scopri di più sul programma politico

Scarica la scheda informativa

Scarica il documento di lavoro dei servizi della Commissione

Progetti multi-paese

I progetti multinazionali sono progetti su larga scala che possono contribuire al raggiungimento degli obiettivi del decennio digitale. Essi consentiranno agli Stati membri di riunirsi e di mettere in comune le risorse per sviluppare capacità digitali che non sarebbero in grado di sviluppare da sole.

La Commissione ha individuato un elenco iniziale di settori per i progetti multinazionali e può aggiornare l'elenco, se necessario, sulla base del monitoraggio annuale dei progressi compiuti.

infrastrutture e servizi di dati comuni, blockchain, processori a bassa potenza, diffusione paneuropea di corridoi 5G, calcolo ad alte prestazioni, infrastrutture quantistiche sicure e rete di centri di cibersicurezza, pubblica amministrazione digitale, hub di innovazione digitale o partenariati ad alta tecnologia per le competenze digitali

I progetti multinazionali dovrebbero mettere in comune gli investimenti provenienti dalle risorse di finanziamento dell'UE, anche dal dispositivo per la ripresa e la resilienza, nonché dagli Stati membri. Altri soggetti pubblici e privati possono investire nei progetti, se del caso.

La Commissione aiuterà gli Stati membri a individuare, istituire e attuare progetti multinazionali. Per istituire un progetto multinazionale in cui non esistano altri strumenti giuridici, il programma politico prevede una nuova struttura giuridica, il consorzio europeo per l'infrastruttura digitale (EDIC), che consentirà un'attuazione rapida e flessibile.

Diritti e principi digitali

Nel gennaio 2022 la Commissione ha proposto una dichiarazione sui diritti e sui principi digitali. Il progetto di dichiarazione riguarda i diritti e i principi fondamentali per la trasformazione digitale. Si forma intorno a 6 capitoli:

  1. mettere le persone e i loro diritti al centro della trasformazione digitale;
  2. sostenere la solidarietà e l'inclusione;
  3. garantire la libertà di scelta online;
  4. promuovere la partecipazione allo spazio pubblico digitale;
  5. aumentare la sicurezza, la sicurezza e l'emancipazione delle persone;
  6. promuovere la sostenibilità del futuro digitale.

Il Parlamento europeo e il Consiglio discuteranno il progetto di dichiarazione e lo approveranno al più alto livello con una firma solenne.

Iscriviti alle ultime notizie su questo argomento e molto altro

Ultime notizie

EVENTO |
4º seminario delle parti interessate dell'Osservatorio europeo del 5G — 5G nel decennio digitale

Il seminario offrirà l'opportunità di esaminare i principali risultati del quarto anno dell'Osservatorio del 5G e di procedere a uno scambio di opinioni sullo stato attuale della diffusione del 5G, sulle ultime tendenze del mercato e sugli sviluppi globali. Farà inoltre il punto sulla nostra situazione in Europa per quanto riguarda gli obiettivi del piano d'azione per il 5G e della strategia per il decennio digitale.

Contenuti correlati

Per ulteriori approfondimenti

Ambasciatori di DigitalEU

Gli Ambasciatori DigitalEU riuniscono giornalisti, editori e influencer, attivi nel campo delle tematiche digitali e tecnologiche.

Diritti e principi digitali europei

La Commissione ha proposto una dichiarazione sui diritti e sui principi digitali europei per promuovere una transizione digitale modellata dai valori europei.

Componenti della bussola digitale

Competenze digitali

L'UE ha sviluppato una serie di politiche e iniziative per aumentare le competenze digitali sia...

Sostegno all'industria

L'UE aiuta le imprese di tutta Europa ad adattarsi al mondo digitale coordinando le iniziative...

Connettività

L'obiettivo dell'UE è far sì che l'Europa sia il continente più connesso entro il 2030.

Servizi di fiducia

L'UE ha introdotto norme per rafforzare i servizi fiduciari e garantire la sicurezza della nostra...

Intelligenza artificiale

L'UE mira a costruire un'intelligenza artificiale affidabile che metta le persone al primo posto.

Dati

I dati sono ovunque e aumentano a un ritmo senza precedenti. La Commissione ha elaborato una...

Calcolo avanzato

Gli investimenti dell'UE nel calcolo ad alte prestazioni e nelle relative tecnologie consentiranno...

Relazioni internazionali

L'Unione europea collabora con paesi di tutto il mondo e con organizzazioni internazionali per...