Skip to main content
Plasmare il futuro digitale dell'Europa

Piano coordinato sulla revisione dell'intelligenza artificiale 2021

Gli obiettivi principali del piano coordinato sulla revisione dell'intelligenza artificiale 2021 sono accelerare gli investimenti nell'IA, agire su strategie e programmi di IA e allineare la politica in materia di IA per evitare la frammentazione.

    Un robot stringe una mano umana

© iStock by Getty Images - 1152951190 metamorworks

Il piano coordinato sulla revisione dell'intelligenza artificiale 2021 è il prossimo passo verso la creazione di una leadership globale dell'UE in un'IA affidabile. Il piano è strettamente in linea con le priorità digitali e verdi della Commissione e con la risposta dell'Europa alla pandemia di COVID-19. Si basa sulla forte collaborazione tra la Commissione e gli Stati membri istituita nel corso del piano coordinato 2018.

Il piano coordinato 2018 è stato un impegno comune per massimizzare il potenziale dell'Europa di competere a livello globale e un primo passo essenziale nella definizione di azioni e strumenti di finanziamento per l'adozione e lo sviluppo dell'IA in tutti i settori. E ha incoraggiato gli Stati membri a sviluppare strategie nazionali.

Trasformando la strategia in azione, il messaggio chiave del piano coordinato 2021 è che la Commissione e gli Stati membri dovrebbero:

  • accelerare gli investimenti nelle tecnologie di IA per promuovere una ripresa economica e sociale resiliente aiutata dall'adozione di nuove soluzioni digitali
  • agire sulle strategie e i programmi di IA attuandoli in modo completo e tempestivo per garantire che l'UE tragga pienamente vantaggio dai vantaggi dell'adozione del primo movimento
  • allineare la politica di IA per rimuovere la frammentazione e affrontare le sfide globali

A tal fine, il piano aggiornato stabilisce quattro serie chiave di obiettivi strategici, sostenuti da azioni concrete e indicando l'eventuale meccanismo di finanziamento e il calendario per:

  1. stabilire le condizioni abilitanti per lo sviluppo e la diffusione dell'IA nell'UE
  2. rendere l'UE il luogo in cui l'eccellenza prospera dal laboratorio al mercato
  3. garantire che l'IA funzioni per le persone ed è una forza per il bene nella società
  4. costruire una leadership strategica in settori ad alto impatto

i quattro obiettivi strategici fondamentali: impostare le condizioni di abilitazione; rendere l'UE il posto giusto; garantire che le tecnologie di IA funzionino per le persone; costruire una leadership strategica nei settori

Stabilire le condizioni abilitanti per lo sviluppo e la diffusione dell'IA nell'UE

Creare condizioni favorevoli per il successo delle tecnologie di IA nell'UE attraverso l'acquisizione, la condivisione e la condivisione di informazioni strategiche, sfruttando il potenziale dei dati e promuovendo l'infrastruttura informatica critica.

Rendere l'UE il luogo in cui l'eccellenza prospera dal laboratorio al mercato

Garantire che l'UE disponga di un forte ecosistema di eccellenza, compresa la ricerca e le capacità fondamentali di livello mondiale e orientate all'applicazione per portare le innovazioni dal laboratorio al mercato. Gli impianti di sperimentazione e sperimentazione (TEF), i poli europei dell'innovazione digitale (EDIH) e la piattaforma europea "AI-on-demand" svolgeranno un ruolo chiave nel facilitare un'ampia diffusione e diffusione delle tecnologie di IA.

Garantire che l'IA funzioni per le persone ed è una forza per il bene nella società

L'UE deve garantire che l'IA sviluppata e immessa sul mercato nell'UE sia incentrata sull'uomo, sostenibile, sicura, inclusiva e affidabile. Le azioni proposte si concentrano su:

  • coltivare i talenti e migliorare l'offerta di competenze necessarie per consentire un fiorente ecosistema di intelligenza artificiale 
  • sviluppare il quadro politico per garantire la fiducia nei sistemi di IA
  • promuovere la visione dell'UE su un'IA sostenibile e affidabile nel mondo

Costruire una leadership strategica in settori ad alto impatto

Per allinearsi agli sviluppi del mercato e alle azioni in corso negli Stati membri e rafforzare la posizione dell'UE su scala globale, la revisione propone azioni comuni in sette settori. Questi settori sono l'ambiente, la salute, una strategia per la robotica nel mondo dell'IA, del settore pubblico, dei trasporti, delle forze dell'ordine, della migrazione e dell'asilo e dell'agricoltura.

L'investimento

La Commissione ha proposto che l'UE investa in IA almeno 1 miliardo di EUR all'anno a titolo dei programmi Orizzonte Europa e Europa digitale. I finanziamenti a livello dell'UE sull'IA dovrebbero attrarre e raggruppare gli investimenti per promuovere la collaborazione tra gli Stati membri e massimizzare l'impatto unendo le forze.

Il dispositivo per la ripresa e la resilienza offre un'opportunità senza precedenti per modernizzare e investire nell'IA. In questo modo l'UE può diventare leader mondiale nello sviluppo e nell'adozione di tecnologie di IA incentrate sull'uomo, affidabili, sicure e sostenibili.

Lo sfondo

Gli Stati membri e la Commissione hanno collaborato strettamente e si sono incontrati regolarmente per lavorare sulle principali azioni proposte nel piano coordinato 2018. Hanno compiuto progressi in tutti i settori del piano, anche proponendo una strategia in materia di dati, sostenendo le piccole e medie imprese e creando le condizioni per l'eccellenza nella ricerca e sviluppo e nell'adozione dell'IA in Europa.

Nel complesso, i primi due anni di attuazione hanno confermato che le azioni congiunte e la cooperazione strutturata tra gli Stati membri e la Commissione sono fondamentali per la competitività globale e la leadership dell'UE nello sviluppo e nell'adozione dell'IA. La maggior parte degli Stati membri ha adottato strategie nazionali di IA e ha iniziato ad attuarle. Gli investimenti nell'IA sono aumentati e l'UE è stata in grado di mobilitare risorse critiche per sostenere tali processi.

Tutti gli Stati membri hanno compiuto sforzi sostanziali per sviluppare strategie nazionali in materia di IA o per includere una dimensione di IA nelle loro strategie e programmi esistenti. L'adozione di strategie nazionali ha aiutato gli Stati membri a riflettere sulle priorità e sugli obiettivi per lo sviluppo e l'adozione dell'IA. E ha innescato un più ampio dibattito pubblico in molti Stati membri.

19 paesi su 27, così come la Norvegia, hanno adottato strategie nazionali. Le rimanenti strategie nazionali sono in corso e dovrebbero essere pubblicate a breve.

La revisione del piano coordinato per il 2021 sulla revisione dell'IA invita gli Stati membri a rivedere e aggiornare le strategie nazionali di IA, se necessario. Alcuni Stati membri hanno già aggiornato e rivisto le loro strategie iniziali. 

Paese d'origineStato di vitaData di nascita
Austria                          In corso                    TBC
BelgioIn corsoTBC
BulgariaPubblicatoDicembre 2020                
CroaziaIn corsoTBC
CiproPubblicatoGennaio 2020
CechiaPubblicatoMaggio 2019
DanimarcaPubblicatoMarzo 2019
EstoniaPubblicatoLuglio 2019
FinlandiaPubblicatoOttobre 2017
FranciaPubblicatoMarzo 2018
GermaniaPubblicatoNovembre 2018
GreciaIn corsoTBC
UngheriaPubblicatoSettembre 2020
IrlandaIn corsoTBC
ItaliaIn corsoTBC
LettoniaPubblicatoFebbraio 2020
LituaniaPubblicatoMarzo 2019
LussemburgoPubblicatoMaggio 2019
MaltaPubblicatoOttobre 2019
Paesi BassiPubblicatoOttobre 2019
NorvegiaPubblicatoGennaio 2020
PoloniaPubblicatoDicembre 2020
PortogalloPubblicatoGiugno 2019
RomaniaIn corsoTBC
SlovacchiaPubblicatoLuglio 2019
SloveniaIn corsoTBC
SpagnaPubblicatoDicembre 2020
SveziaPubblicatoMaggio 2018

 

Ultime notizie

COMUNICATO STAMPA |
Diritti e principi digitali: una trasformazione digitale per i cittadini dell'UE

La Commissione accoglie con favore l'accordo raggiunto ieri con il Parlamento e il Consiglio sulla dichiarazione europea sui diritti e i principi digitali. La dichiarazione, proposta a gennaio, stabilisce un chiaro punto di riferimento sul tipo di trasformazione digitale antropocentrica che l'UE promuove e difende, sia all'interno che all'estero.

Contenuti correlati

Quadro generale

Un approccio europeo all'intelligenza artificiale

L'approccio dell'UE all'intelligenza artificiale è incentrato sull'eccellenza e la fiducia, con l'obiettivo di rafforzare la ricerca e la capacità industriale garantendo al tempo stesso la sicurezza e i diritti fondamentali.

Per ulteriori approfondimenti

Vedere anche

L'Alleanza europea per l'IA

L'Alleanza europea per l'intelligenza artificiale è un'iniziativa della Commissione europea volta a istituire un dialogo politico aperto sull'intelligenza artificiale. Dal suo lancio nel 2018, l'Alleanza AI ha coinvolto circa 6000 stakeholder attraverso eventi regolari...