Skip to main content
Plasmare il futuro digitale dell'Europa

Approccio europeo all'intelligenza artificiale

L'approccio dell'UE all'intelligenza artificiale è incentrato sull'eccellenza e sulla fiducia, con l'obiettivo di rafforzare la ricerca e la capacità industriale, garantendo nel contempo la sicurezza e i diritti fondamentali.

    Cervello digitale

© iStock by Getty Images - 1139760401 peshkov

Il modo in cui ci avviciniamo all'Intelligenza Artificiale (AI) definirà il mondo che viviamo in futuro. Per contribuire alla costruzione di un' Europa resiliente per il decennio digitale, i cittadini e le imprese dovrebbero poter beneficiare dei vantaggi dell'IA, sentendosi al contempo sicuri e protetti.

La strategia europea in materia di IA mira a rendere l'UE un polo di livello mondiale per l'IA e a garantire che l'IA sia incentrata sull'uomo e sull'affidabilità. Tale obiettivo si traduce nell' approccio europeo all'eccellenza e alla fiducia attraverso norme e azioni concrete.

Nell'aprile 2021 la Commissione ha presentato il suo pacchetto sull'IA, tra cui:

Nel gennaio 2024 la Commissione ha lanciato il pacchetto sull'innovazione in materia di IA per sostenere le start-up e le PMI nell'intelligenza artificiale. Il pacchetto comprende diverse misure per sostenere le start-up e le PMI europee nello sviluppo di un'IA affidabile che rispetti i valori e le norme dell'UE.

Un elemento chiave di questo pacchetto è la comunicazione sulla promozione delle start-up e dell'innovazione in un'intelligenza artificiale affidabile, che definisce un quadro di investimenti strategici in un'IA affidabile affinché l'Unione possa capitalizzare le sue risorse, in particolare la sua infrastruttura di supercalcolo leader a livello mondiale, e promuovere un ecosistema europeo innovativo di IA.

La principale iniziativa fondamentale della comunicazione è "GenAI4EU" per stimolare l'adozione dell'IA generativa in tutti i principali ecosistemi industriali strategici dell'Unione e che incoraggerà lo sviluppo di grandi ecosistemi di innovazione aperta che favoriranno la collaborazione tra le start-up di IA e gli operatori dell'IA nell'industria e nel settore pubblico.

Un approccio europeo all'eccellenza nell'IA

Promuovere l'eccellenza nell'IA rafforzerà il potenziale dell'Europa di competere a livello mondiale.

L'UE raggiungerà tale obiettivo:

  1. consentire lo sviluppo e l'adozione dell'IA nell'UE
  2. diventare il luogo in cui l'IA prospera dal laboratorio al mercato
  3. garantire che l'IA funzioni per le persone ed è una forza per il bene nella società
  4. costruire una leadership strategica in settori ad alto impatto

La Commissione e gli Stati membri hanno convenuto di promuovere l'eccellenza nell'IA unendo le forze in materia di politiche e investimenti. La revisione 2021 del piano coordinato sull'IA delinea una visione volta ad accelerare, agire e allineare le priorità con l'attuale panorama dell'intelligenza artificiale europea e globale e ad attuare la strategia in materia di IA.

Massimizzare le risorse e coordinare gli investimenti è una componente fondamentale dell'eccellenza dell'IA. Sia i programmi Orizzonte Europa che Europa digitale investiranno 1 miliardo di EUR all'anno nell'IA. La Commissione mobiliterà inoltre ulteriori investimenti del settore privato e degli Stati membri al fine di raggiungere un volume di investimenti annuo di 20 miliardi di EUR nel corso del decennio digitale. 

Il dispositivo per la ripresa e la resilienza mette a disposizione 134 miliardi di EUR per il digitale. Questo sarà un punto di svolta, consentendo all'Europa di amplificare le sue ambizioni e diventare un leader globale nello sviluppo di un'IA all'avanguardia e affidabile.

L'accesso a dati di alta qualità è un fattore essenziale per costruire sistemi di IA ad alte prestazioni e robusti. Iniziative quali la strategia dell' UE in materia di cibersicurezza, l' attosui datie la legge sulla governance dei dati forniscono l'infrastruttura giusta per la costruzione di tali sistemi. 

Un approccio europeo alla fiducia nell'IA

Costruire un'IA affidabile creerà un ambiente sicuro e rispettoso dell'innovazione per utenti, sviluppatori e installatori.

La Commissione ha proposto tre iniziative giuridiche interconnesse che contribuiranno a costruire un'IA affidabile:

  1. un quadro giuridico europeo per l'IA che difende i diritti fondamentali e affronta i rischi per la sicurezza specifici dei sistemi di IA;
  2. un quadro di responsabilità civile — adeguamento delle norme in materia di responsabilità all'era digitale e all'IA;
  3. una revisione della legislazione settoriale in materia di sicurezza (ad esempio, regolamento sulle macchine, direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti).

Proposta europea per un quadro giuridico sull'IA

La Commissione intende affrontare i rischi generati da usi specifici dell'IA attraverso una serie di norme complementari, proporzionate e flessibili. Tali norme forniranno inoltre all'Europa un ruolo guida nella definizione del gold standard globale.

Questo quadro offre agli sviluppatori, agli operatori e agli utenti dell'IA la chiarezza di cui hanno bisogno intervenendo solo nei casi in cui le legislazioni nazionali e dell'UE esistenti non contemplano. Il quadro giuridico per l'IA, o legge sull'IA, ha un approccio chiaro e di facile comprensione, basato su quattro diversi livelli di rischio: rischio minimo, rischio elevato, rischio inaccettabile e rischio specifico di trasparenza. Introduce inoltre norme specifiche per i modelli di IA per uso generale.

Tappe importanti

  1.  
    Febbraio 2024
     
  2.  

Ultime notizie

COMUNICATO STAMPA |
La Commissione lancia inviti a investire oltre 176 milioni di EUR in capacità e tecnologie digitali

La Commissione europea ha pubblicato una nuova serie di inviti a presentare proposte nell'ambito dei programmi di lavoro 2023-2024 del programma Europa digitale per rafforzare le capacità digitali in tutta l'UE. Tali inviti sono aperti alle imprese, alle amministrazioni pubbliche e ad altri soggetti degli Stati membri dell'UE, dei paesi EFTA/SEE e dei paesi associati. Il bilancio per questa serie di inviti è superiore a 176 milioni di EUR.

Contenuti correlati

Quadro generale

Intelligenza artificiale

L'UE mira a costruire un'intelligenza artificiale affidabile (IA) che metta le persone al primo posto.

Per ulteriori approfondimenti

Legge sull'IA

La legge sull'IA è il primo quadro giuridico in assoluto in materia di IA, che affronta i rischi dell'IA e posiziona l'Europa a svolgere un ruolo di primo piano a livello globale.

Piano coordinato sull'intelligenza artificiale

Il piano coordinato sull'intelligenza artificiale mira ad accelerare gli investimenti nell'IA, ad attuare strategie e programmi di IA e ad allineare la politica in materia di IA per prevenire la frammentazione all'interno dell'Europa.

L'Alleanza europea per l'IA

L'Alleanza europea per l'IA è un'iniziativa della Commissione europea volta a istituire un dialogo politico aperto sull'intelligenza artificiale. Dal suo lancio nel 2018, l'Alleanza per l'IA ha coinvolto circa 6000 parti interessate attraverso eventi regolari, consultazioni...

Vedere anche

Fabbriche di AI

Le fabbriche di IA sfruttano la capacità di supercalcolo dell'impresa comune EuroHPC per sviluppare modelli generativi di IA affidabili e all'avanguardia.

Ufficio europeo per l'IA

L'Ufficio europeo per l'IA sarà il centro di competenze in materia di IA in tutta l'UE. Svolgerà un ruolo chiave nell'attuazione della legge sull'IA, in particolare per l'IA per scopi generali, promuovere lo sviluppo e l'uso di un'IA affidabile e la cooperazione internazionale.

Tecnologie linguistiche

Le tecnologie linguistiche stanno aprendo la porta a un'Europa più connessa, innovativa e accessibile.

La robotica

L'UE promuove attivamente la ricerca, la creazione di posti di lavoro e l'innovazione attraverso robot migliori e più sicuri, salvaguardando al contempo gli aspetti etici dei progressi realizzati.

Contenuti correlati