Skip to main content
Plasmare il futuro digitale dell'Europa

Un approccio europeo all'intelligenza artificiale

L'approccio dell'UE all'intelligenza artificiale è incentrato sull'eccellenza e la fiducia, con l'obiettivo di rafforzare la ricerca e la capacità industriale garantendo al tempo stesso la sicurezza e i diritti fondamentali.

    Cervello digitale

© iStock by Getty Images - 1139760401 peshkov

Il modo in cui ci avviciniamo all'Intelligenza Artificiale (AI) definirà il mondo che viviamo in futuro. Per aiutare a costruire una resilienza, le persone e le imprese dovrebbero essere in grado di godere dei benefici dell'IA mentre si sentono sicuri e protetti.

La strategia europea in materia di IA mira a rendere l'UE un hub di livello mondiale per l'IA e a garantire che l'IA sia incentrata sull'uomo e affidabile. Tale obiettivo si traduce nell' approccio europeo all'eccellenza e alla fiducia (.pdf) attraverso regole e azioni concrete.

Nell'aprile 2021 la Commissione ha presentato il suo pacchetto sull'IA, comprendente:

Un approccio europeo all'eccellenza nell'IA

Promuovere l'eccellenza nell'IA rafforzerà il potenziale dell'Europa di competere a livello globale.

L'UE si otterrà in tal senso:

  1. consentire lo sviluppo e la diffusione dell'IA nell'UE;
  2. rendere l'UE il luogo in cui l'IA prospera dal laboratorio al mercato;
  3. garantire che l'IA funzioni per le persone ed è una forza per il bene nella società;
  4. costruire una leadership strategica in settori ad alto impatto.

La Commissione e gli Stati membri hanno convenuto di promuovere l'eccellenza nell'IA unendo le forze in materia di politiche e investimenti. Il piano coordinato aggiornato sull'IA delinea una visione per accelerare, agire e allineare le priorità con l'attuale panorama europeo e globale dell'IA e mettere in atto la strategia in materia di IA.

Massimizzare le risorse e coordinare gli investimenti è una componente fondamentale dell'eccellenza dell'IA. Attraverso i programmi Europa digitale e Orizzonte Europa, la Commissione prevede di investire 1 miliardo di EUR all'anno nell'IA. Mobiliterà ulteriori investimenti del settore privato e degli Stati membri per raggiungere un volume annuo di investimenti pari a 20 miliardi di EUR nel corso del decennio digitale.

Il dispositivo per la ripresa e la resilienza mette a disposizione 134 miliardi di EUR per il digitale. Questo sarà un punto di svolta, consentendo all'Europa di amplificare le sue ambizioni e diventare un leader globale nello sviluppo di un'IA all'avanguardia e affidabile.

L'accesso a dati di alta qualità è un fattore essenziale nella costruzione di sistemi di IA ad alte prestazioni e robusti. Iniziative quali la strategia dell'UE in materia di cibersicurezza, la legge sui servizi digitali e la legge sui mercati digitali e la legge sulla governance dei dati forniscono l'infrastruttura giusta per la costruzione di tali sistemi.

Un approccio europeo alla fiducia nell'IA

Costruire un'intelligenza artificiale affidabile creerà un ambiente sicuro e favorevole all'innovazione per utenti, sviluppatori e sviluppatori.

La Commissione ha proposto tre iniziative giuridiche interconnesse che contribuiranno a costruire un'IA affidabile:

  1. Un quadro giuridico europeo per l'IA per affrontare i rischi per i diritti fondamentali e la sicurezza specifici dei sistemi di IA;
  2. Una direttiva sulla responsabilità dell'IA — che adegua le norme in materia di responsabilità all'era digitale e all'IA;
  3. Una proposta di direttiva sulla responsabilità da prodotti difettosi 

Proposta europea di quadro giuridico sull'IA

La Commissione intende affrontare i rischi generati dagli usi specifici dell'IA attraverso una serie di norme complementari, proporzionate e flessibili. Queste norme forniranno inoltre all'Europa un ruolo di primo piano nella definizione del gold standard globale.

Questo quadro fornisce agli sviluppatori di IA, ai dispiegatori e agli utenti la chiarezza di cui hanno bisogno intervenendo solo nei casi in cui le normative nazionali e dell'UE esistenti non coprono. Il quadro giuridico per l'IA propone un approccio chiaro e di facile comprensione, basato su quattro diversi livelli di rischio: rischio inaccettabile, alto rischio, rischio limitato e rischio minimo.

Pietre miliari importanti

Ultime notizie

COMUNICATO STAMPA |
Diritti e principi digitali: una trasformazione digitale per i cittadini dell'UE

La Commissione accoglie con favore l'accordo raggiunto ieri con il Parlamento e il Consiglio sulla dichiarazione europea sui diritti e i principi digitali. La dichiarazione, proposta a gennaio, stabilisce un chiaro punto di riferimento sul tipo di trasformazione digitale antropocentrica che l'UE promuove e difende, sia all'interno che all'estero.

Contenuti correlati

Quadro generale

Intelligenza artificiale

L'UE mira a costruire un'intelligenza artificiale affidabile che metta le persone al primo posto.

Per ulteriori approfondimenti

L'Alleanza europea per l'IA

L'Alleanza europea per l'intelligenza artificiale è un'iniziativa della Commissione europea volta a istituire un dialogo politico aperto sull'intelligenza artificiale. Dal suo lancio nel 2018, l'Alleanza AI ha coinvolto circa 6000 stakeholder attraverso eventi regolari...

Vedere anche

Tecnologie del linguaggio

Le tecnologie del linguaggio, conosciute anche come elaborazione del linguaggio naturale (Natural Language Processing, NLP) rendono il decennio digitale europeo accessibile a tutti.

La robotica

L'UE promuove attivamente la ricerca, la creazione di posti di lavoro e l'innovazione attraverso robot migliori e più sicuri, salvaguardando al contempo gli aspetti etici dei progressi realizzati.

Contenuti correlati